Blogmeter ospita cookie tecnici e di profilazione di terze parti per poter configurare l'esperienza di navigazione sul sito in modo ottimale e migliorare la pertinenza dei messaggi visualizzati nella navigazione. Continuando la navigazione su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni sulla nostra politica in materia di cookie e per negare il consenso a tutti o alcuni cookie clicca qui.


Richiedi info sul report!

My Fieldset
 

Segnalaci una fan page o profilo Twitter!

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. (email valida richiesta)
  4. Leggi l'informativa sulla privacy.
 

Segnalaci una fan page!

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. (email valida richiesta)
  4. Leggi l'informativa sulla privacy.
 

Segnalaci un profilo!

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. (email valida richiesta)
  4. Leggi l'informativa sulla privacy.
 

Segnalaci un programma

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. (richiesto)
  4. (email valida richiesta)
  5. Leggi l'informativa sulla privacy.
 

Segnalaci una campagna

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. (richiesto)
  4. (email valida richiesta)
  5. Leggi l'informativa sulla privacy.
 

La decadenza di Berlusconi su Twitter

 


La decadenza di Berlusconi da senatore è stato l’evento politico in assoluto più chiacchierato in rete.

Dalle 7 di ieri mattina fino alle 6 di oggi Blogmeter ha rilevato circa 250.000 citazioni sul tema sui due social network principali. Circa 100.000 le citazioni di “Silvio Berlusconi” su Facebook, una stima conservativa visto che molti profili personali sono privati, e oltre 155.000 cinguettii su Twitter relativi all’argomento decadenza, provenienti da 43.727 account.
 

Il picco di 1.163 tweet al minuto si è avuto proprio subito dopo le 17.42, all’annuncio della decisione del Senato. In quel momento una parte si è limitata a rilanciare i tweet delle fonti giornalistiche più autorevoli, un’altra a scrivere qualche parola di commento, soventemente venata di ironia.

Ne è una prova il tweet più rilanciato della giornata di Spinoza, la community satirica, che ha raccolto oltre 1.000 retweet.
 

Non sorprende che i termini più utilizzati siano stati "Berlusconi", usato 93.000 volte, e “decadenza” oltre 84.000, accompagnati da aggettivi e avverbi spesso di soddisfazione.


L’argomento ha superato il volume di discussioni fatto registrare in precedenza dalla fiducia al governo Letta (116.000 tweet in una giornata) e dalla sentenza Mediaset (141.000 tweet in un giorno). Cifre record per un evento di questo tipo, battuto solo, in termini di volumi, ma non di autori unici, dalla puntata di Servizio Pubblico con lo stesso Cavaliere come protagonista. Ma li la concentrazione mediatica era omogenea e non frammentata come quella di ieri.


I sostenitori di Silvio Berlusconi si sono raccolti soprattutto sulla pagina ufficiale di Facebook, dove hanno interagito con like, condivisioni e commenti. Il volume di queste interazioni ha superato ieri le 35.000 unità, concentrandosi soprattutto sul post “Noi siamo qui, noi saremo qui!”.

 

Related Posts

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

iscriviti alla newsletter

Cliccando su "iscriviti", dai il tuo consenso al trattamento dei dati.